Riso Riserva San Massimo

Il Riso Riserva San Massimo è il frutto naturale della biodiversità del Parco lombardo della Valle del Ticino. Proprio l'acqua - del fiume e delle risorgive - è la prima linfa vitale dei campi di riso: l'acqua arriva in modo diretto ai terreni coltivati, passando per la Riserva e arricchendosi delle sostanze organiche naturali del sottobosco fino ad allagare le risaie, permettendo un'autosufficenza nella coltivazione del riso. Le risorgive sono punti di emersione dove sgorga l'acqua pura dei ghiacciai delle Alpi che quando trova un terreno permeabile come quello della Riserva può affiorare in superfice, rilasciando sali minerali, mantenendo la temperatura ambientale a (9-12°C in tutte le stagioni) che garantisce la vivibilità del substrato vegetativo e della fauna di questo habitat particolarissimo e unico. Ritroverai nel riso tutta questa ricchezza organolettica acquisita dal chicco durante la coltivazione.

Riserva San Massimo cura tre varietà di riso: il Carnaroli, il Vialone Nano, il Rosa Marchetti; tutte varietà pure al 100% e non succedanei. Questa precisazione potrebbe sembrare superflua; uno dice "sulla scatola c'è scritto Carnaroli, dentro ci sarà solo riso Carnaroli", ma bisogna invece sapere che la denominazione commerciale e la varietà agricola non sempre coincidono, e dato che sotto l'etichetta "Carnaroli" si possono vendere più tipi di riso simili - ad esempio Karnak, Carnise e Carnise precoce - allora molti preferiscono la convenienza alla qualità, ma poi ne risentirà decisamente il risultato finale nel piatto. Con il riso Riserva San Massimo avrai invece sempre la garanzia di comprare chicchi uguali, perché non solo viene coltivato riso sempre della stessa varietà ma i chicchi che finiscono nel sacchetto sono scelti per pari dimensione e perfettamente integri; il resto della produzione è utilizzata come nutrimento per gli animali della Riserva.

Le qualità del riso di Riserva San Massimo sono riconosciute da moltissimi chef professionisti che lo scelgono per i loro piatti stellati, non ti resta che metterti anche tu alla prova! Per il risotto sei più da Vialone Nano o da Carnaroli? Il chicco del primo, che è un riso semifino, assorbe splendidamente i sapori e gli aromi, risultando di media consistenza al dente, mentre il Carnaroli (riso superfino) tiene ottimamente la cottura con il chicco che rimane compatto, così il risotto con il Carnaroli Riserva San Massimo sarà sempre perfetto perché il rilascio di amido di un utentico Carnaroli in un risotto, avviene dopo 7-8 minuti dall'inizio della cottura, ed è questo che mantiene più integro il chicco, evitando il rischio di eventuali rotture.

Filtra per
Riso Carnaroli San Massimo - Cartone da 12pz da 1kg
Disponibile
Cartone completo da 12 confezioni da 1kg di Riso Carnaroli di Riserva San Massimo, autentica eccellenza per i tuoi risotto. Con il riso San Massimo hai la garanzia dei migliori chicchi scelti e selezionati, 100% carnaroli. Le sue qualità, come l'alta percentuale di amido, ti permette di avere risotti sempre al dente.
Questo carnaroli è coltivato nei campi della Riserva naturale nella Valle del Ticino.
94,00 €